Premio per la promozione della cultura del cibo: Garganello d’oro 2016 a Libera Terra

H086BX5K

Questa la motivazione del premio imolese che riconosce le migliori esperienze di diffusione della cultura enogastronomica nelle parole del sindaco Manca e dell’assessore alla Cultura Marchetti: “L’Amministrazione comunale di Imola conferisce il premio “Garganello d’oro per la promozione della cultura del cibo” per l’anno 2016 al Consorzio Libera Terra Mediterraneo, che sostiene il recupero sociale e produttivo dei territori liberati dalle mafie e ha saputo trasformare la terra in un’opportunità di riscatto e cambiamento nel segno della legalità, coltivando ogni giorno campi di grano, vigne, agrumeti, uliveti, pomodori, carciofi, legumi e producendo alimenti di alta qualità che trovano la loro ragion d’essere nella valorizzazione e riscoperta delle varietà tradizionali di quei territori”.

La consegna del premio a Libera Terra rappresenta un cambio di direzione per il Baccanale 2016, che quest’anno attribuisce il premio a un’idea, a una visione, valorizzando appunto l’attività di Libera Terra.
Istituito nel 2003, il premio Garganello d’oro fino ad ora era stato assegnato a personalità che nei vari settori si erano distinti per la promozione della cultura del cibo in Italia e all’Estero, quali, fra gli altri, personaggi del calibro di Gualtiero Marchesi, Carlo Petrini, Eugenio Del Toma, Gianni Mura, Massimo Montanari, Michael White, Licia Granello, Gianluigi Morini e Massimo Bottura (l’anno scorso).